Home \ News \ In primo piano \ Blocco auto diesel: le novità 2021

Blocco auto diesel: le novità 2021

In primo pianoNews
Pubblicato il 15 January 2021
Condividi
Ecco tutte le info utili sugli attuali e i futuri blocchi delle auto diesel

Le vetture diesel sono sempre di più nell’occhio del ciclone. Accusate di essere particolarmente inquinanti, questa tipologia di veicoli sta lentamente scomparendo dai listini dei costruttori per far spazio a motorizzazioni sempre più green.

Andiamo a scoprire le novità previste per il 2021 in materia di blocco auto diesel ed i nuovi limiti alla circolazione.

LEGGI ORA: Incentivi auto 2020, fino a € 10.000. Ecco come funzionano

INDICE
 Blocco auto diesel 2020/2021
 Blocco del traffico per le auto diesel in Italia
 Come verificare se la tua auto diesel può circolare
 Il futuro del diesel

Che la qualità dell’aria, soprattutto nelle grandi metropoli, sia sempre più povera è ormai cosa nota e per cercare di porre un freno all’escalation della presenza di polveri sottili molte amministrazioni hanno adottato numerosi blocchi del traffico, specie nel periodo invernale, limitando o impedendo la circolazione alle auto diesel più inquinanti.

A partire dal primo ottobre 2020 sarebbe dovuto scattare il blocco della circolazione relativo alle vetture diesel Euro 4, cioè tutte quelle auto immatricolate tra il 1° gennaio 2006 ed il 1° settembre 2009,  in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna.

Tuttavia a causa dell’emergenza COVID si è deciso di far slittare l’entrata in vigore di questo divieto all’11 gennaio 2021 così da consentire a tutti quei soggetti in possesso di queste vetture di poter continuare a circolare senza sovraffollare i mezzi pubblici. Considerando però l’attuale situazione emergenziale è altamente probabile che il divieto di circolazione delle diesel Euro 4 venga posticipato ulteriormente.

Come abbiamo già anticipato in precedenza, sono soprattutto le regioni del nord Italia e del centro ad aver adottato misure di blocco del traffico per tentare di tenere sotto controllo i valori di PM10 e di NOx.

La qualità dell’aria, soprattutto nei mesi invernali, peggiora sensibilmente in questi territori e per tentare di porre un freno all’innalzamento dei livelli delle polveri sottili si è intervenuti con varie misure di blocco del traffico mirate a fermare le vetture maggiormente inquinanti.

Blocco circolazione diesel Roma

La Capitale ha deciso di diventare “diesel free” a partire dal 2024, ma già dal 2019 è stato posto il divieto di circolazione permanente alle diesel Euro 3.

Questo blocco è in vigore dal lunedì al venerdì per l’intera giornata, con esclusione dei festivi infrasettimanali, limitatamente alla Ztl ‘Anello ferroviario’.

Le vetture diesel Euro 4, invece, non possono accedere e circolare nella Ztl Fascia Verde tutti i giorni dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 16:30 alle 20:30 solamente a partire dall’ottavo giorno di superamento dei livelli di inquinamento.

Blocco circolazione diesel Milano

Anche Milano, così come Roma, ha introdotto il blocco alle auto diesel Euro 3 di ingresso in Area B già dal 25 febbraio 2019.

Come abbiamo già anticipato, il blocco della circolazione alle diesel Euro 4 è stato posticipato all’11 gennaio 2021. Le vetture prive di filtro anti particolato (FAP) , nel semestre invernale, non potranno circolare dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30, nei Comuni della Fascia 1 e nei 5 Comuni di Fascia 2 con popolazione superiore ai 30.000 abitanti.

Blocco circolazione diesel Torino

Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha chiesto ed ottenuto un proroga per l’entrata in vigore del blocco della circolazione relativo alle vetture diesel Euro 4 che sarebbe dovuto scattare a partire da gennaio 2021.

Restano, invece, in vigore i divieti per le altre tipologie di vetture diesel con le Euro 3 che non potranno dall’ 1/10 al 31/3 dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00.

Blocco auto diesel Venezia

Identica situazione si registra nel capoluogo veneto. Anche a Venezia è stata sospesa l’entrata in vigore del blocco della circolazione delle auto diesel Euro 4 a causa della attuale situazione emergenziale, mentre per i veicoli più inquinanti è previsto un divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì feriali variabile a seconda del livello di allerta relativo alla qualità dell’aria e indicato per colori.

Blocco auto diesel Firenze

La giunta municipale di Firenze ha disposto di recente una serie di restrizioni alla circolazione che vanno a colpire duramente le vetture maggiormente inquinanti a seguito dei recenti dati in merito alla qualità dell’aria.

Per questa ragione è stato deciso che dal 14 al 18 gennaio 2021 sarà vietata la circolazione nei centri abitati dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 18.30 per tutte le vetture benzina e diesel Euro 1, 2 e 3 mentre il divieto di circolazione per le diesel Euro 4 è stato posticipato.

In questa jungla di ordinanze e divieti può capitare di non sapere se la propria auto diesel possa o meno circolare. Per evitare di cadere in errore e rischiare una sanzione si deve verificare la tabella Euro auto così da conoscere la classe di appartenenza della propria vettura.

Per verificare la tabella Euro auto si può controllare il libretto di circolazione. Al rigo V.9 è riportata l’indicazione della direttiva della Comunità europea, mentre nella terza facciata del libretto di circolazione è riportata sia la direttiva che la classe di omologazione del veicolo.

Se si vuole sfruttare il web per conoscere la tabella Euro auto si potrà consultare il portale dell’automobilista, selezionare il link “verifica classe ambientale veicolo” ed inserire il tipo di vettura ed il numero di targa.

auto ecologiche usate
auto ecologiche usate

Tutti i costruttori, spinti soprattutto dalla volontà governativa, stanno pian piano abbandonando le motorizzazioni diesel per passare con sempre maggiore convinzione alle unità ibride ed elettriche.

Il futuro del diesel sembra quindi segnato ed acquistare una vettura nuova in questo momento potrebbe rivelarsi un pessimo affare al momento della rivendita complice una svalutazione feroce.

Per questo motivo, qualora si stia cercando una vettura in grado di coprire grandi percorrenze con bassi costi di gestione è sempre bene valutare non soltanto i veicoli ibridi, mild o plug-in, ma anche quelli bi-fuel benzina GPL ancora presenti in gran numero nei listini delle case.

Cose da sapere

Quali sono le novità in merito al blocco auto diesel per il 2021?

A partire dal primo ottobre 2020 sarebbe dovuto scattare il blocco della circolazione relativo alle vetture diesel Euro 4, cioè tutte quelle auto immatricolate tra il 1° gennaio 2006 ed il 1° settembre 2009,  in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. Tuttavia a causa dell’emergenza COVID si è deciso di far slittare l’entrata in vigore di questo divieto all’11 gennaio 2021 così da consentire a tutti quei soggetti in possesso di queste vetture di poter continuare a circolare senza sovraffollare i mezzi pubblici. Considerando però l’attuale situazione emergenziale è altamente probabile che il divieto di circolazione delle diesel Euro 4 venga posticipato ulteriormente.

Quali sono le regole per il blocco della circolazione delle auto diesel a Roma?

Roma diventerà “diesel free” a partire dal 2024, ma già dal 2019 è stato posto il divieto di circolazione permanente alle diesel Euro 3m in vigore dal lunedì al venerdì per l’intera giornata, con esclusione dei festivi infrasettimanali, limitatamente alla Ztl ‘Anello ferroviario’. Le vetture diesel Euro 4, invece, non possono accedere e circolare nella Ztl Fascia Verde tutti i giorni dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 16:30 alle 20:30 solamente a partire dall’ottavo giorno di superamento dei livelli di inquinamento.

Quali sono le regole per il blocco della circolazione delle auto diesel a Milano?

La città di Milano ha introdotto il blocco alle auto diesel Euro 3 di ingresso in Area B dal 25 febbraio 2019. Le vetture prive di filtro anti particolato (FAP) , nel semestre invernale, non potranno circolare dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30, nei Comuni della Fascia 1 e nei 5 Comuni di Fascia 2 con popolazione superiore ai 30.000 abitanti.

L’ecotassa si paga anche sulle auto usate o a km0?

Anche per il 2021 l’ecotassa si applicherà esclusivamente alle vetture di nuova immatricolazione e non a quelle usate o a Km zero. Tuttavia in caso di importazione di una vettura dall’estero, al momento della registrazione in Italia si dovrà procedere al pagamento dell’ecotassa qualora i valori di emissioni riportati nell’omologazione rientrino nelle fasce indicate dal governo.

Pubblicato il 15 January 2021
Condividi